La nostra storia

All’indomani della fine della Seconda guerra mondiale si ebbe la rinascita culturale, politica e sociale degli Sloveni in Italia: parte fondamentale di quel processo fu la riorganizzazione della rete scolastica con lingua d’insegnamento slovena, cancellata dalla Riforma Gentile nel 1923. Allora furono riaperte le istituzioni scolastiche preesistenti e fu fondato il Liceo scientifico che negli Anni ’60 venne intitolato al poeta sloveno France Prešeren.

Per celebrare i 70 anni della fondazione della scuola è stata curata una pubblicazione che ne illustra la storia dal 1945 ai giorni nostri, mettendo in rilievo le difficoltà iniziali dovute all’incerta situazione politica del tempo e alle tensioni ideologiche e sociali, nonché all’iscrizione a scuola di tanti studenti che avevano dovuto interrompere gli studi a causa della guerra o che dovettero sostenere nuovamente l’esame di maturità dopo varie vicissitudini personali. Furono anni difficili anche per il corpo docente a causa delle nomine (che a lungo non ebbero il carattere di ruolo), dei molti insegnanti emigrati all’estero, della mancanza dei libri di testo in sloveno. La documentazione risalente a quei primissimi anni, conservata principalmente presso l’Archivio di Stato di Trieste, offre molti spunti di analisi.

Gli anni seguenti videro la normalizzazione della situazione che si riflesse tanto nella popolazione scolastica del Liceo (con un regolare percorso di istruzione) quanto nello sviluppo dell’offerta scolastica: nel 1948 venne, infatti, istituita la sezione classica, l’offerta formativa venne arricchita dalle raccolte di libri e di materiale scientifico, mentre le gite e le escursioni divennero parte integrante della didattica. Nel corpo docente furono molte le personalità che per il loro impegno culturale e artistico rivestono ancora oggi un ruolo significativo anche fuori dall’ambiente scolastico.

Dopo le manifestazioni degli Anni ’60 e ’70 il Liceo conobbe un nuovo impulso a partire dagli Anni ’80 con l’entrata in vigore delle nuove sperimentazioni concesse dal Ministero per la Pubblica Istruzione: nel corso degli anni ne beneficiarono soprattutto le materie scientifiche e linguistiche che interessarono tanto lo Scientifico quanto il Classico.

 

Oggi, il Liceo France Prešeren offre agli studenti quattro vie formative: allo Scientifico e al Classico si sono aggiunti, infatti, anche il Liceo linguistico e il Liceo scientifico-opzione Scienze applicate. Gli studenti vengono coinvolti in progetti di scambi a livello europeo, partecipano a varie manifestazioni nazionali e regionali, approfondiscono lo studio della cultura e delle scienze in senso lato.